Scuola Secondaria di II°

Di seguito gli articoli della scuola secondaria di secondo grado.

 

Previous Next

Olimpiadi di Problem Solving: finale regionale 2019

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Anche quest’anno alcuni studenti del biennio dei Licei hanno partecipato, dopo aver svolto tre prove di istituto, alla finale regionale delle Olimpiadi di Problem Solving, che si è tenuta il 21 marzo a Montebelluna. Guidati dal prof. Riccardo Dalla Mora, i partecipanti alla prova a squadre, tutti di seconda, sono stati: Alessandro Barro, Giovanni Padovan, Andrea Peruzzetto (Liceo Scientifico Scienze Applicate) e Giovanni Colognese (Liceo Europeo). Gli studenti Giovanni Colognese ed Andrea Peruzzetto hanno inoltre partecipato, assieme a Gabriele Junior Pedrazzoli (Liceo Europeo), anche alle prove individuali. Alla competizione hanno preso parte quindici squadre e diciannove studenti del Veneto di varie scuole rispettivamente per le prove a squadre ed individuale. La squadra del Brandolini è riuscita a classificarsi undiceisima. Nella gara individuale Giovanni Colognese, Andrea Peruzzetto e Gabriele Junior Pedrazzoli si sono piazzati rispettivamente sedicesimo, undicesimo e dodicesimo nella classifica regionale. I “Problem Solvers” della scuola secondaria di secondo grado del Brandolini hanno avuto così modo di crescere grazie a questa esperienza sperimentando diverse tecniche per la risoluzioni di problemi di varia natura. Un “arrivederci” all’anno prossimo per quanto riguarda questa competizione, dove nuove sfide attenderanno ancora una volta gli studenti del Brandolini.

Previous Next

Torneo di basket 3vs3

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

I ragazzi di quarta e quinta hanno partecipato al torneo di basket tenutosi il 18 marzo nella palestra "Mazzotti" di Treviso. Le due squadre della categoria juniores hanno dimostrato grande spirito di gruppo, tanto che una squadra è passata alla seconda fase del torneo nel girone Gold e si è poi classificata terza in assoluto. La seconda squadra, composta da ragazzi appassionati al basket ma che non lo praticano, si è piazzata in dodicesima posizione. Due buoni risultati che fanno ben sperare per il prossimo anno. Hanno inoltre partecipato le classi terze nella categoria allievi. La squadra si è qualificata nel girone silver sfiorando per solo un punto la fase gold. Alla fine ci siamo comunque classificati settimi sul quattordici, un buon risultato pensando che le ultime partite, complice anche la stanchezza, non sono state giocate al meglio. Nel complesso è stata una bella esperienza che noi ragazzi speriamo che si ripeta anche l’anno prossimo.

Giacomo Nespolo e Alessandro Viotto 

 

Previous Next

Giornata dello sport

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venerdì 08/03 la 5^ Liceo Scientifico Sportivo, ha tenuto una conferenza inserita nel progetto de “le giornate dello sport” promosse dalla Regione Veneto: “Sport: vita, regole e diritti”. I ragazzi hanno deciso di mettere insieme alcune delle conoscenze acquisite nel loro percorso di studi per parlare di quanto lo sport sia importante e del perché la sua pratica vada sostenuta e incoraggiata. Per farlo si sono appoggiati alla ‘Carta dei diritti dei ragazzi allo Sport’ analizzandone ogni articolo da un punto di vista scientifico o giuridico. Vi hanno presenziato, portando un parere sulle materie di loro competenza legato alla conferenza: U.O.C. Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico Patrizio Sarto, il delegato del CONI Giuseppe Falco, il referente dell’ufficio scolastico regionale - educazione fisica Roberto Chiariotti, l’assessore alla Cultura del Comune di Oderzo Lara Corte, l’assessore allo Sport del Comune di Oderzo Enrico Patres. I ragazzi hanno ricevuto i complimenti da quest’ultimi ed hanno dimostrato grandissima competenza e voglia di mettersi in gioco. Per molti di loro infatti è stata la prima esperienza davanti ad un pubblico così numeroso e il risultato è stato molto più soddisfacente di quello previsto.

 

Previous Next

Viaggio di istruzione a Roma

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Quest’anno il viaggio d'istruzione delle classi seconde, guidate dai professori Dalla Mora, Schiavon e Marcuzzo, ha avuto come meta Roma, dal 26 febbraio al 1 marzo. Nell’Urbe noi ragazzi, affiancati da una guida, ci siamo immersi nella Roma Antica con tappa al Colosseo, ai Fori Imperiali e all’Altare della Patria. Durante il secondo giorno, dopo aver partecipato all’udienza papale del mercoledì, si è posta l’attenzione sulla Roma Cristiana visitando la Basilica di San Pietro, la Cappella Sistina ed i Musei Vaticani. Nel corso del terzo e del quarto giorno, invece, abbiamo ammirato imponenza del Pantheon, dell’Ara Pacis. delle Terme di Caracalla e di Diocleziano nonché della Basilica di Santa Maria degli Angeli. Nel complesso si è camminato molto, ma ogni fatica è stata poi ripagata dalla bellezza e  dalla maestosità della Capitale, possiamo quindi considerare questo viaggio d’istruzione molto importante non solo dal punto di vista educativo e relazionale, ma anche da quello culturale.

Previous Next

Ale e Nic in-Segnano al Brando

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Alessandra Giacuz, ex-allieva del nostro Liceo Europeo, ci ha regalato di recente grandi emozioni con la sua partecipazione a Italia’s got talent dove, insieme al compagno di università Nicola Noro, si è esibita nella versione in Lingua Italiana dei Segni (LIS) della canzone Nessun grado di separazione di Francesca Michielin. La passione di Alessandra per questa lingua ha le sue radici proprio nel nostro liceo dove alcuni anni fa abbiamo organizzato un corso di lingua LIS, con il patrocinio dell’Università Ca’ Foscari, che aveva portato tra i suoi frutti anche una commovente esibizione dei ragazzi al nostro Brandofestival con una canzone in LIS. Mi è tornata in mente quella ragazza che cantava a squarciagola le canzoni di Bon Jovi nelle pause tra una lezione e l’altra in corridoio e ho pensato che era ora di intervistare questa giovane donna che di strada ne ha davvero fatta. Eccomi allora al telefono con lei che, con l’energia e la disponibilità di sempre, risponde alle mie domande. Scopro così che l’idea della partecipazione al talent è stata di Nicola, studente di lingue a Ca’ Foscari, impegnato ora nella magistrale di ambito linguistico neurologico. Hanno provato per divertimento ed è andata bene: ora aspettiamo di vedere come prosegue l’avventura. Le chiedo se consiglierebbe ai ragazzi un corso di LIS e la sua risposta immediata è stata “Sì! Fin dalle elementari!”. Sono molte le ricerche dimostrano come l’esposizione alla lingua dei segni fin da tenera età costruisca competenze linguistiche e metalinguistiche che migliorano le performance generali, portando i bambini ad esprimersi prima e meglio: si diventa bilingue e bimodali.

Le chiedo dei suoi progetti per il futuro e mi dice che sogna di fare l’interprete LIS e l’insegnante. Purtroppo l’Italia è attualmente l’unico Paese europeo a non aver ancora riconosciuto la LIS come lingua, quindi le possibilità di insegnamento per ora riguardano solo l’ambito accademico. Un vero peccato. Nel frattempo lei e Nicola vengono chiamati in diverse realtà scolastiche per portare la loro esperienza e fare divulgazione. Alessandra l’anno scorso aveva tenuto un piccolo seminario di LIS nel nostro istituto per i ragazzi che non partecipavano ai viaggi di istruzione con le proprie classi, così le chiedo se viene anche quest’anno e accetta. Anzi, vengono sia lei che Nicola! E giovedì, 28 febbraio, hanno svolto per l’intera mattina la loro attività laboratoriale, prima con un gruppo di ragazzi del liceo e poi con i ragazzi delle terze medie. Ale e Nic hanno creato un momento di confronto sulla capacità di comunicare, su cosa distingue una lingua da un linguaggio, su cosa sia la sordità. E’ stato come aprire una finestra su un mondo per molti sconosciuto, alla scoperta della LIS come lingua, diversa dall’italiano, diversa dal mimare dei concetti: una lingua a tutti gli effetti che ha un segno per ogni parola e per ogni sfumatura, un metodo visivo gestuale che però veicola tutti i significati.

I ragazzi hanno apprezzato questa opportunità, in particolare i più giovani che hanno saputo immediatamente interagire con questi due insegnanti d’eccezione.

Grazie Alessandra, grazie Nicola! Alla prossima!

E non dimentichiamo di fare il tifo per loro a Italia’s got talent!

 

Tania Carli

 

 

 

 

Segreteria

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: segreteria@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

PEC: cgpstsg-segreteriabrandolini-oderzo@overpec.it

lun-ven 

  • dalle 7:45 alle 8:30;
  • dalle 10:00 alle 11:15; 
  • dalle 12:30 alle 15:00.

sab 

  • dalle 7:45 alle 12:00.

 

Il bilancio è consultabile presso la segreteria della Scuola.

Ufficio Amministrativo

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: amministrazione@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

lun-ven dalle ore 7:45 alle 13:00
sab dalle ore 07:45 alle 12:30

N.B.: EVENTUALI PAGAMENTI RETTE SONO DA EFFETTUARE TRAMITE BONIFICO O CCP

Vuoi venire a visitare la nostra scuola?

Contattaci inviando una mail a segreteria@brandolinirota.it chiedendo di poter visitare le nostre strutture.
Sei uno studente? chiedi di poter partecipare alle nostre lezioni!

Vuoi lavorare con noi?

Invia un curriculum vitae in formato europeo al seguente indirizzo di posta: curriculum@brandolinirota.it

Collegio Brandolini-Rota - Viale Brandolini 6, 31046 Oderzo (TV) - Tel. 0422 712041 - P.IVA: 01209641008 #

Cerca

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.