Scuola Primaria

Di seguito gli articoli della scuola primaria.

 

Previous Next

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Un giorno di scuola alle medie”

Noi bambini di 5° della scuola primaria abbiamo avuto la possibilità di vivere un giorno di scuola alle medie. A fare lezione non erano le nostre maestre ma le professoresse che con attività giocose e pratiche ci hanno presentato delle materie che l’anno prossimo studieremo.

Ecco alcuni nostri pensieri....


 

È stato divertente avere un assaggio della seconda lingua che si è dimostrato essere un modo per conoscere altre culture oltre alla nostra.

 

È stato molto bello fare lezione con delle professoresse e mi sono sentita molto autonoma spostandomi da un'aula all'altra. Mi sono sentita a mio agio a trascorrere una mattinata alle medie e quando penso all'anno prossimo sono curiosa di sapere come sarà veramente.

 

Mi sono sentita un po' cresciuta ma allo stesso tempo una piccola stella in un grande universo. Mi sono sentita più grande quando gli spostamenti erano il risultato della mia autonomia e responsabilità.

 

Mi sono sentita grande quando siamo andati nelle aule con professori diversi perché il prossimo anno sarà così tutti i giorni. Le novità mi affascinano sempre soprattutto se svolte assieme ai miei compagni. Mi ha spaventato un po' il fatto che dovrò abituarmi a cambiare aula ogni ora, dovrò fare le corse, ma ne varrà la pena!!

 

Ho capito che preferisco cambiare classe, così posso vedere diverse aule addobbate con elementi tradizionali e caratteristici della materia studiata. La ricreazione è stata piuttosto diversa da quella delle elementari: per un momento, guardandomi intorno, mi è sembrato di essere diventata grande.

 

La terza ora abbiamo fatto spagnolo, mi è piaciuto tantissimo! Adesso saluto i miei genitori in spagnolo.

 

Era arrivata l’ora di fare scienze, abbiamo fatto dei bellissimi esperimenti e capito la differenza tra omogeneo ed eterogeneo. Un ragazzo di prima media ci ha aiutate nel corso degli esperimenti. Non vedo l’ora di andare alle medie!

 

Abbiamo notato che i professori e le professoresse ritengono i ragazzi cresciuti e responsabili.

Durante la prima ora abbiamo fatto una specie di gioco dell’oca per conoscere i professori e le regole-chiave per andare d’accordo con tutti loro, le cose da fare e da dire.

Per me è stata un’emozione talmente bella e grande stare alle medie che mi sono sentita grande come tutti gli altri ragazzi.

 

Questa giornata alle medie è stata bella, interessante e mi ha fatto sentire più maturo. Nei momenti di cambio di aula mi sentivo un po’ disorientato perché non conoscevo la loro posizione, poi però una volta seduto al banco, ero tranquillo.

Con le professoresse mi sono trovato bene perché sono state chiare e semplici nelle spiegazioni che ci hanno dato, anche se poi alle medie ci saranno sicuramente spiegazioni più complesse.

 

Previous Next

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CI ALLENIAMO AL COMPUTER

Per prepararci alla prova Invalsi di matematica ci siamo recati in aula d’informatica dove abbiamo potuto fare alcune prove online. Il sistema ci ha poi calcolato i risultati e abbiamo visto che stiamo proprio migliorando!

Infine abbiamo rivisto tutte le domande, con la spiegazione delle risposte, in modo da poter capire i nostri errori. Di sicuro un’esperienza da ripetere!

Previous Next

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In classe prima abbiamo già iniziato i primi calcoli. Coi i regoli abbiamo cercato di rispondere alla domanda: quanto manca? Oppure abbiamo cercato di capire quanto sono lunghi due regoli messi assieme (2 e 1, cioè 2+1 sono lunghi come 3). Ci siamo divertiti e abbiamo scoperto che i regoli non servono solo per giocare, ma soprattutto per calcolare!

Previous Next

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In occasione della Giornata della Memoria celebrata il 27 gennaio, i bambini delle classi terze hanno incontrato Anna e Jarek, i protagonisti di una storia sul tema dei campi di concentramento.

Dopo la lettura ed un momento di riflessione comunitario, ogni bambino si è preso del tempo per riscrivere il finale di questa storia immaginando un lieto fine di amicizia e condivisione fra i due bambini.

Ogni finale è stato affidato al vagone di un treno trasformando così l'immagine del treno preso da Anna verso Auschwitz, nella carrozza in un treno di speranza e buone intenzioni per il futuro.

Previous Next

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Buongiorno a tutti!!

Oggi, 11 gennaio 2019, noi bambini di terza B a conclusione del lavoro sul testo regolativo abbiamo creato in classe uno degli oggetti proposti fra i vari testi che abbiamo letto ed analizzato.

Volete sapere quale?

Correte a vedere le fotografie del nostro lavoro!!

Segreteria

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: segreteria@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

PEC: cgpstsg-segreteriabrandolini-oderzo@overpec.it

lun-ven 

  • dalle 7:45 alle 8:30;
  • dalle 10:00 alle 11:15; 
  • dalle 12:30 alle 15:00.

sab 

  • dalle 7:45 alle 12:00.

 

Il bilancio è consultabile presso la segreteria della Scuola.

Ufficio Amministrativo

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: amministrazione@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

lun-ven dalle ore 7:45 alle 13:00
sab dalle ore 07:45 alle 12:30

N.B.: EVENTUALI PAGAMENTI RETTE SONO DA EFFETTUARE TRAMITE BONIFICO O CCP

Vuoi venire a visitare la nostra scuola?

Contattaci inviando una mail a segreteria@brandolinirota.it chiedendo di poter visitare le nostre strutture.
Sei uno studente? chiedi di poter partecipare alle nostre lezioni!

Vuoi lavorare con noi?

Invia un curriculum vitae in formato europeo al seguente indirizzo di posta: curriculum@brandolinirota.it

Collegio Brandolini-Rota - Viale Brandolini 6, 31046 Oderzo (TV) - Tel. 0422 712041 - P.IVA: 01209641008 #

Cerca

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.