Scuola Primaria

Di seguito gli articoli della scuola primaria.

 

Previous Next

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Lunedì 14 maggio le classi quinte hanno partecipato all'uscita didattica al Palazzo Ferro Fini a Venezia.

Dopo la visita al Palazzo che ospita il Consiglio Regionale del Veneto i ragazzi, accompagnati dalle maestre Vanna, Barbara e Annalisa, hanno fatto una bella passeggiata per la città, arrivando fino a Piazza San Marco.

Previous Next

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I bambini delle classi quarte della nostra scuola Primaria, venerdì 29 aprile hanno messo in scena la fiaba “Pinocchio”. Lo spettacolo è andato in scena due volte: al mattino lo spettacolo è stato riservato per le scuole dell’infanzia del territorio e la sera aperto al pubblico.

Il musical è stato realizzato sotto la regia delle insegnanti di musica Barbara e Tamara Tonello per valorizzare le diverse abilità di ciascun bambino, per motivare l’apprendimento attraverso la musica, il movimento, il teatro, l’immagine, per attivare il bambino in tutte le sue dimensioni (corporea, affettiva, relazionale) educandolo all’ascolto e per incrementare il benessere e la qualità del vissuto scolastico.

Le fiabe sono un grande patrimonio educativo, letterario e culturale che esercita ancor oggi un grande fascino nell’immaginario stimolando la fantasia e la curiosità. “Pinocchio” è una fiaba ricca di simbolismi che si presta a molte interpretazioni e riletture offrendo vari spunti di riflessione e di intervento. L’ingenuità è la lente attraverso la quale il protagonista esplora il mondo e che lo accompagna nel suo percorso di crescita, portandolo ad agire in modo discutibile. Attraverso la storia di Pinocchio si possono affrontare tematiche utili alla crescita del bambino come il tema della scelta, considerata una continua oscillazione tra autonomia e dipendenza e che richiede necessariamente una presa di coscienza. Si può affrontare inoltre il tema dell’errore in quanto gli errori a Pinocchio servono per imparare e saranno da monito per le sue decisioni future. Può essere utile ancora per trattare il tema della bugia, che si può subire o raccontare, nel momento della decisione. Inoltre si presta bene per trattare il tema delle emozioni, ineliminabili in tutte le circostanze, che possono rivelarsi buone o cattive consigliere a seconda della situazione. Il musical vuole essere spunto per sviluppare nel bambino il pensiero critico, l’empatia, la capacità di mettersi nei panni dell’altro potenziando tre ambiti: cognitivo, emotivo e relazionale.

L’ invito accolto da 11 Scuole dell’Infanzia del territorio (Levada, San Michele di Piave, Tezze di Piave, Cimadolmo, Portobuffolè, Sant’Andrea di Barbarana, Francenigo. Gorgo al Monticano, Carmen Frova di Oderzo, Fagarè e Negrisia), con un totale di 450 bambini della sezione medi e grandi, desidera proseguire il dialogo costruttivo e positivo con le Scuole del territorio, all’interno di una continuità didattica volta a condividere il complesso compito di educatore e insegnante.

Previous Next

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

C’è una fabbrica, lassù tra le galassie, dove la produzione di stelle non si ferma mai. 

Ma un giorno, chissà come, nasce una stellina con una forma diversa. Un errore nel ciclo di produzione? 

Derisa e allontanata dalle altre, la stellina fugge via e diventa una stella senza meta. Fino a quando non si scoprirà che invece è destinata a essere una stella con-meta: quella che dovrà illuminare la notte di Natale. 

 

Quest'anno la recita di Natale della Scuola Primaria non racconta la storia che ormai si conosce già, del censimento, della capanna con il bue e l’asinello, dei pastori e dei Re Magi.

Quest'anno protagonista è la luce, la luce delle stelle.

La luce che ognuno può far brillare dentro di sé quando accoglie Gesù nel proprio cuore.

La luce dell’amore che come la stella cometa ci guiderà a Gesù.

Previous Next

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ogni anno la Scuola Primaria addobba nel periodo dell'Avvento le aule, le finestre e il grande corridoio. 

Quest'anno il filo conduttore è stata la Stella. La stella cometa come luce che è in noi con Gesù.

Le stelle ci ricordano di non smettere mai di sognare e guardare a ciò che di buono abbiamo nella nostra vita, come la Stella guidava i Magi verso la bontà di Dio incarnata in un bambino.

Il Natale è la festa della luce e ognuno di noi può essere per qualcuno una luce guida.

Ecco alcune stelle che fanno bella mostra di sè nel corridoio della nostra Scuola, preparandoci al Natale.

Segreteria

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: segreteria@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

PEC: cgpstsg-segreteriabrandolini-oderzo@overpec.it

lun-ven (orario estivo)

  • dalle 8:00 alle 12:00;

 

Il bilancio è consultabile presso la segreteria della Scuola.

Ufficio Amministrativo

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: amministrazione@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

lun-ven dalle ore 8:00 alle 12:00 (orario estivo)

N.B.: EVENTUALI PAGAMENTI RETTE SONO DA EFFETTUARE TRAMITE BONIFICO O CCP

Vuoi venire a visitare la nostra scuola?

Contattaci inviando una mail a segreteria@brandolinirota.it chiedendo di poter visitare le nostre strutture.
Sei uno studente? chiedi di poter partecipare alle nostre lezioni!

Vuoi lavorare con noi?

Invia un curriculum vitae in formato europeo al seguente indirizzo di posta: curriculum@brandolinirota.it

Collegio Brandolini-Rota - Viale Brandolini 6, 31046 Oderzo (TV) - Tel. 0422 712041 - P.IVA: 01209641008 #

Cerca

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.