Scuola Secondaria di II°

Di seguito gli articoli della scuola secondaria di secondo grado.

 

Previous Next

Le classi seconde in viaggio d'istruzione a Roma

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dal 14 al 17 marzo 2017 le classi seconde superiori si sono recate in visita alla città di Roma e hanno potuto ammirare i principali e rinomati monumenti che la "città eterna offre". Grazie alle preziose conoscenze della guida e dei professori che ci hanno accompagnati, nonché alle ricerche realizzate da noi studenti, siamo riusciti a scoprire molteplici peculiarità dei luoghi di questa città, che rimarrà sempre nel nostro cuore. Più che obbligata è stata la visita ai Fori Imperiali del primo giorno e al maestoso Anfiteatro Flavio, emblema romano per eccellenza. Il secondo e il terzo giorno sono stati caratterizzati dalla Roma cristiana, con l'udienza papale in piazza San Pietro e la visita all’omonima basilica e ai Musei Vaticani, nei quali si trova la splendida Cappella Sistina. Nel pomeriggio del terzo giorno ci siamo dedicati alla visita degli scorci più conosciuti di Roma, come Trinità dei Monti, piazza di Spagna, piazza del Popolo, e alla visita, purtroppo solo dall'esterno, dei palazzi del potere, come Palazzo Madama, Palazzo Chigi e il Quirinale. La lunga camminata attraverso la Roma delle piazze è stata il tema principale anche del quarto giorno, con la visita del Pantheon, della fontana di Trevi e del ghetto ebraico, finché non è giunta la fatidica ora della partenza per fare ritorno a Oderzo, dove la spensieratezza di quei giorni si è trasformata in amarezza e preoccupazione per il ritorno a scuola; in ogni caso, però, eravamo tutti entusiasti della fantastica esperienza di quei giorni, felici anche di aver condiviso diversi momenti assieme e di esserci conosciuti meglio tra i due indirizzi del nostro liceo.

Previous Next

Uscita alla Collezione Peggy Guggenheim

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il 13 marzo le classi 5ª liceo scientifico e 5ª liceo europeo si sono recate in visita a Venezia alla Fondazione Peggy Guggenheim. La collezione, composta da opere acquistate prevalentemente tra il 1938 e il 1947 in Europa e a New York, costituisce una testimonianza preziosa delle principali Avanguardie storiche europee di primo Novecento e degli intensi rapporti tra la mecenate americana e artisti del calibro di De Chirico, Picasso, Dalì, Max Ernst, Kandinskij, Mondrian, Calder, Pollock, alcuni dei quali scamparono al Nazismo, fuggendo negli Stati Uniti, proprio grazie all’aiuto di Peggy. La collezione venne esposta nel 1948 alla prima Biennale di Venezia del Dopoguerra. Fu allora che Peggy acquistó il palazzo Venier dei Leoni, sul Canal Grande, sua abitazione per trent'anni e luogo in cui oggi ha sede il museo. La visita è stata veramente interessante come coronamento di un percorso di studio sui linguaggi espressivi Novecento. Un ringraziamento sentito va alle professoresse di arte, Romana Agostinelli e Elena Da Ros, che ci hanno accompagnato anche all'interno dell'Accademia delle Belle Arti, a conclusione di una passeggiata al sole lungo le Zattere fino a Punta della Dogana, oggi sede del Museo di Arte contemporanea Francois Pinault, passando per la suggestiva Fondazione Vedova ospitata  in un ex magazzino del sale. Con un po' di nostalgia anticipata, abbiamo pensato che questa sarebbe stata la nostra ultima visita culturale come classe. Eh sì, inizia il conto alla rovescia ma ognuno di questi giorni rimarrà per sempre con noi.

Micol Fiorotto

Olimpiadi di Problem Solving: finale regionale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Anche quest’anno alcuni studenti del biennio del Liceo Scientifico hanno partecipato, dopo aver svolto quattro prove di istituto, alla finale regionale. Guidati dal prof. Riccardo Dalla Mora, i partecipanti alla prova a squadre, tutti di seconda, sono stati: Tommaso De Rossi, Lorenzo Maurutto, Guido Minante (Liceo Scientifico Base) e Luca Marchesin (Liceo Scientifico Scienze Applicate). Quest’ultimo ha inoltre partecipato, assieme a Riccardo Porricino (Liceo Scientifico Scienze Applicate), anche alle prove individuali. Alla competizione hanno preso parte dodici squadre e quattordici studenti del Veneto di varie scuole rispettivamente per le prove a squadre ed individuale. La squadra del Brandolini è riuscita a classificarsi settima e la stessa posizione è stata ottenuta anche per Luca Marchesin nella prova individuale (quattordicesimo Riccardo Porricino). Risultati sicuramente meno generosi rispetto all’anno precedente per quanto riguarda la scuola secondaria di secondo grado (una formazioni era riuscita ad arrivare alla finale nazionale a Cesena classificandosi al nono posto) ma esperienza comunque positiva per i ragazzi del Brandolini, che hanno avuto modo di crescere sperimentando in tale competizione diverse tecniche per la risoluzioni di problemi di varia natura. Un “arrivederci” all’anno prossimo per quanto riguarda questa competizione, dove nuove sfide attenderanno nuovamente gli studenti del Brandolini.

Previous Next

Le classi prime a Trento

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Giovedì 16 marzo 2017 le classi prime scientifico ed europeo, accompagnate dalle professoresse Michielan e Petralia, hanno visitato la città di Trento. La giornata è stata programmata con la visita al Muse, museo delle Scienze, situato nel quartiere “Le Albere” progettato dall’architetto Renzo Piano. Dopo aver ammirato la particolare struttura architettonica esterna, siamo passati a visitare l’interno trasportati dalla strepitosa spiegazione della guida. Infine abbiamo concluso la visita con una passeggiata nella serra tropicale, tra alberi di banane e piante di cacao. Nel pomeriggio ci siamo incamminati verso il centro storico, dove abbiamo scoperto le sale e i bellissimi affreschi del Castello del Buon Consiglio; ormai esausti abbiamo concluso l’itinerario con un breve giro per i negozietti. Venerdì 17 ci siamo diretti verso Rovereto per visitare il Museo di Arte Moderna e Contemporanea, il Mart. La guida ci ha presentato quadri di grandi pittori italiani delle avanguardie novecentesche e opere di artisti più contemporanei come Lucio Fontana. Successivamente siamo saliti al vicino Colle Miravalle dove abbiamo visitato la Campana dei Caduti, una della campane più grandi e pesanti al mondo, che ogni sera batte i suoi 100 rintocchi in memoria dei caduti.

Previous Next

Scambio culturale e linguistico Orduña (Spagna)-Oderzo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La mattina dell'11 marzo 2017 noi ragazzi della classe terza Liceo Europeo siamo partiti dall'aeroporto Marco Polo di Venezia con destinazione Bilbao e scalo a Madrid, per arrivare, alla sera, nella città di Orduña, nei Paesi Baschi. Subito dopo l'arrivo siamo saliti sul pullman che ci avrebbe portati direttamente nella piazza principale del paesino, dove siamo stati calorosamente accolti dalla classe di ragazzi spagnoli al completo e dalle loro rispettive famiglie, tutte persone gentilissime e disponibili nei nostri riguardi. Nei giorni seguenti, o con la famiglia ospitante, o con le nostre prof.sse abbiamo visitato numerose località: dal soleggiato e ventoso eremo di S. Juan de Gaztelugatxe della costa Basca, che per raggiungerlo abbiamo dovuto percorrere un’altissima scalinata di ben 240 gradini, alla calda e profumata Santander, dominata dalla sua fantastica costa; dalle spiagge di Donosti (San Sebastián) dove, data la stupenda giornata di sole alcuni hanno messo i piedi in acqua con l’immensa tentazione di fare un tuffo in mare, al meraviglioso centro di Bilbao, pieno di locali, negozi, luoghi in cui divertirsi, o bar pieni di “pinchos”, ovvero piccoli ma gustosissimi bocconcini tipici della Spagna, dei quali tutti noi ci siamo completamente innamorati. Un pomeriggio lo abbiamo dedicato anche alla visita del Museo Guggenheim, ricco di opere d’arte contemporanee di artisti di fama mondiale come Jackson Pollock e dell’Espressionismo Astratto! La maggior parte delle serate, invece, sono trascorse con le famiglie ospitanti, che ci hanno deliziato con i loro piatti tipici come la paella, la tortilla e cene a base di pesce. Qualche sera, al contrario, abbiamo passeggiato per le vie dei paesini circostanti e il tutto avveniva in gruppo, in modo da incentivare la conversazione e per rafforzare i rapporti. I ragazzi spagnoli erano sempre pronti a scherzare, e a comunicare, insegnandoci nuovi aspetti della loro cultura, oltre a nuove parole ed espressioni sia in castigliano che in lingua basca, è stato veramente sorprendente vedere come in così poco tempo abbiamo potuto imparare nuovi aspetti e sfumature di una cultura a noi sconosciuta. Quando ci siamo salutati prima della partenza del viaggio di ritorno eravamo tutti profondamente commossi, poiché nessuno di loro avrebbe voluto che ce ne andassimo e nessuno di noi voleva lasciare la Spagna. Questa gita scolastica ha e avrà sempre un posto speciale nel nostro cuore, perché, oltre a tutte le cose imparate, quella che conserveremo più a lungo sará sicuramente il ricordo della loro amicizia e il loro affetto verso di noi tutti, tant’è vero che durante la prossima estate molti ragazzi che ci hanno ospitato verranno a trovarci qui in Italia e saremo ben contenti di farli sentire come se la nostra fosse una loro seconda casa!

 

Segreteria

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: segreteria@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189 (nuovo numero!)

PEC: cgpstsg-segreteriabrandolini-oderzo@overpec.it

lun-ven 

  • dalle 7:45 alle 8:30;
  • dalle 10:00 alle 11:15; 
  • dalle 12:30 alle 15:00.

sab 

  • dalle 7:45 alle 12:00.

 

Il bilancio è consultabile presso la segreteria della Scuola.

Ufficio Amministrativo

Viale Brandolini 6
31046 Oderzo (TV)

Mail: amministrazione@brandolinirota.it

Tel: 0422712041
Fax: 0422713189

lun-ven dalle ore 7:45 alle 13:00
sab dalle ore 07:45 alle 12:30

N.B.: EVENTUALI PAGAMENTI RETTE SONO DA EFFETTUARE TRAMITE BONIFICO O CCP

Vuoi venire a visitare la nostra scuola?

Contattaci inviando una mail a segreteria@brandolinirota.it chiedendo di poter visitare le nostre strutture.
Sei uno studente? chiedi di poter partecipare alle nostre lezioni!

Vuoi lavorare con noi?

Invia un curriculum vitae in formato europeo al seguente indirizzo di posta: curriculum@brandolinirota.it

Collegio Brandolini-Rota - Viale Brandolini 6, 31046 Oderzo (TV) - Tel. 0422 712041 - P.IVA: 01209641008 #

Cerca

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.